I motivi per cui i lavoratori si liberano della protezione della mano e quello che si può fare per cambiare le cattive abitudini

Ogni momento in cui sono esposte, le mani di un lavoratore sono a rischio.

Quella che segue è una tipica percezione errata riguardante la non conformità: non è che i lavoratori non calzino mai i guanti. Il vero problema è che il lavoratore toglie i guanti a un dato momento della giornata di lavoro. Un comportamento che può essere legato a un'abitudine. 

Non capita raramente di vedere il lavoratore togliere i guanti per firmare fatture, fare annotazioni sui documenti o controllare il cellulare. Comportamenti che possono tutti trasformarsi in abitudini. 

Sono tutte cose che contano, perché il lavoratore opera queste scelte ogni giorno. Il lavoratore decide se calzare il guanto o toglierlo, per una ragione o per l'altra. La zona di comfort, in materia di DPI, si forma nel tempo. 

Per migliorare la conformità e interrompere il “circolo vizioso delle abitudini", i datori di lavoro devono aiutare i lavoratori a ridefinire la loro COMFORT ZONE™. Ciò richiede guanti tecnologicamente progrediti, una migliore educazione sulle pratiche di sicurezza e un approccio molto più lungimirante e proattivo per cambiare i comportamenti e interrompere abitudini controproducenti. 

 

 

Scarica la Guida 
Scopri di più su come ridefinire la ZONA DI COMFORT

 

Prodotti idonei

Tipo di prodotto
Guanto
Tipo di protezione
Protezione contro il taglio
Applicazioni ideali
Reparto carrozzeria
Montaggio di componenti
Montaggio finale
Utilizzo di macchine utensili, lavorazione dei metalli
Manutenzione
Manipolazioni di materiali
Assemblaggio primario
Operazioni di stampaggio
Industrie primarie
Aerospace
Automotive & Transportation
Automotive after market
Machinery & Equipment
Metal fabrication
Mining
Oil processing and refining
Transport